Gli oggetti “stupidi” ma pericolosi 

Avete preso una web-camera cinese collegata ad internet per poter vedere la vostra casa da fuori col vostro cellulare e non avete mai cambiato la password di default? Bravi. Bravi si fa per dire. Aumentano sempre di più gli oggetti “semplici” connessi ad internet che ci portiamo dentro casa. Oggetti che portiamo a casa, accendiamo e via. Tutto funziona. Ok. Spesso siete paranoici e cambiate ogni settimana  la password del vostro account email ma su questi oggetti invece fate il contrario. Tanto non sono computer, dite. 

Il recente attacco informatico di venerdì dimostra quanto invece questi oggetti possono essere usati da malintenzionati. 

Questo articolo la spiega meglio di me. 

Insomma. Qualsiasi cosa portate a casa che si collega ad internet ha un’accesso protetto da uno user e una password. L’azienda che lo produce imposta uno user e una password di default. Queste informazioni sono scritte nel manuale. Questo significa che quello user e quella password sono informazioni che tutti possono sapere facendo una semplice ricerca su Google. 

Beh. Vedete di cambiarla quella password. 

2016-10-23T14:06:49+00:00 23 ottobre, 2016|